Partito di Alternativa Comunista

Per la nazionalizzazione senza indennizzo e sotto controllo operaio

di Alberto Faccini

Con l'11 settembre si ha una battuta d'arresto per le nuove tecnologie e, quindi, anche per le fibre ottiche, ma la Teleco riesce a reggere il colpo per il ritorno al cavo di rame. Ma, dato che per la Corning centrale è a produzione della fibra ottica, si decide a vendere l'impresa. L'acquirente è l'inglese Martin Meade, già proprietario di un'azienda di cavi a Frosinone.

Le responsabilità del centrosinistra, la battaglia di Progetto Comunista a Latina

di Maria Pia Gigli

A partire dagli anni è90 il trattato di Maastricht e l'unione monetaria europea imprimono anche nel nostro paese un'accelerazione ai processi di privatizzazione. Le aziende statali Eni, Iri, Enel, Ina vengono messe sul mercato e si avvia lo smantellamento dello stato sociale con la "svendita" ai privati di servizi come la sanità, l'istruzione, i trasporti.

Il bilancio di quattro anni di collaborazione di classe a Roma

di Roberto Angiuoni

Domenico Bonifaci, Luigi Abete, Pierluigi Toti, Tronchetti Provera, Luca Cordero di Montezemolo, Jaki Elkann, Cesare Geronzi, Alessandro Profumo, Corrado Passera, Andrea Mondello, Raffaele Ranucci (quest'ultimo finanche assessore alla Pisana), ecc: in cielo, potenti avversari di classe, custodi e sponsor di una politica predatoria contro la quale il Prc sarebbe nato 15 anni fa; in terra (o meglio, sul suolo capitolino), "compagni di banco" di Rifondazione Comunista nell'amministrazione cittadina guidata da Walter Veltroni.

Le lotte contro il ponte in Sicilia

di Carmelo Ingegnere*

L'appalto del secolo: così esordiscono i vari giornali nazionali e non alla notizia dell'appalto aggiudicato dalla Impregilo Spa, la più grande impresa di costruzioni italiana, tristemente famosa per i suoi affari e relativi misfatti per il mondo ed in particolare in America Latina1. Spuntandola su una cordata di imprese guidata dalla romana Astaldi il secondo gruppo di costruzioni in Italia dopo la già citata Impregilo e sulla austriaca Sabag, che aveva deciso però di tirarsi fuori dalla gara, l'impresa di costruzioni milanese si è aggiudicata un appalto che si aggira intorno ai 4,4 miliardi di euro2 e che, col tempo, l'inflazione ed il costo del progetto diventeranno all'incirca 6 miliardi di euro.

Ripartiamo dalla lotta di Scanzano

di Raffaele Guerra e Claudio Mastrogiulio

La Basilicata è di nuovo minacciata dall'incubo nucleare. Lo scorso agosto, infatti, un'inchiesta di Antonio Massari su il Manifesto annunciava il progetto di costruire una centrale atomica a "fusione calda" a Ferrandina (Matera). Il fautore della proposta è il prof. Panarella, nativo del comune lucano, ma trasferitosi in Canada da diversi anni. Dal punto di vista tecnico, la "fusione calda" impiega le reazioni che avvengono nelle bombe a idrogeno, per produrre energia e farla esplodere. 

Non ci sono più le stagioni di mezzo...

di Pasquale Gorgoglione

Puglia. Spesso si tende a dipingere questa regione come la terra sulla quale soffia il vento rivoluzionario del nuovo corso della politica del centrosinistra, generato dall'incontro del mondo dei movimenti con la cultura di governo (borghese). Qui hanno luogo le feste nazionali dei principali partiti della coalizione; qui il segretario del Prc conclude la sua campagna per le primarie, investendo la città di Bari con il suo apollineo vigore dialettico accanto a Nichi, Presidente-Poeta; qui, dopo il comizio, c'è la "Bertinight" (sic!), ovvero la festa da ballo offerta dal candidato alla guida del centrosinistra. Non c'é angolo di questa regione che non sia raggiunto dalla pomposa e graffiante propaganda dei manifesti in stile "sovversivo" che informano sull'operato salvifico della giunta Vendola. E' la Primavera Pugliese!

 

 

di Fabiana Stefanoni

Domenica 20 novembre si è svolto a Milano il Congresso regionale del Prc. Il fatto stesso che il Congresso si sia esaurito in una sola giornata è indice della volontà di azzerare il dibattito, di ridurre il Congresso stesso alla mera ratifica degli organismi dirigenti.

Ciò che emerso dalla gestione del Congresso, oltre alla conferma della linea governista del partito, è la totale mancanza di organizzazione: la stessa votazione dei documenti e degli ordini del giorno si è svolta nella più totale confusione e nel disprezzo di qualsiasi regola.

Iscrizione Newsletter

Iscrizione Newsletter

Compila il modulo per iscriverti alla nostra newsletter - I campi contrassegnati da sono obbligatori.


Il campo per collaborare col partito è opzionale

 

Appuntamenti


 

31 gennaio assemblea zoom lombardia

 


29 gennaio assemblea zoom emiliana

 

 


28 gennaio Roma  assemblea zoom

 


 

martedi 26 gennaio Bari

 


 

21 GENNAIO ASSEMBLEA ZOOM

 

 


16 GENNAIO VICENZA 

 

 


 

21 dicembre Roma

 

 

 

 


 

Domenica 20 dicembre

 

 

 

 

 


 

10 dicembre assemblea lombarda

 

 

 


 

roma 1 dicembre 2020

 

 


30 novembre Salerno

 


 

Assemblea nazionale 

25 novembre


Assemblea Puglia 

20 novembre

 

 


 

Assemblea lombarda   

giovedì 19 novembre 

 


Firenze 6 Novembre

 

 

 

 


ROMA 6 NOVEMBRE

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lega Internazionale dei Lavoratori - Quarta Internazionale

NEWS Progetto Comunista n 98

NEWS Trotskismo Oggi n 17

Ultimi Video

tv del pdac

Menu principale