Partito di Alternativa Comunista

La manifestazione antirazzista del 4 ottobre a Roma

La manifestazione antirazzista del 4 ottobre a Roma
UNA RIUSCITA GIORNATA DI LOTTA
Nonostante il boicottaggio della sinistra governista (e centrista)
E ORA TUTTI A ROMA PER LO SCIOPERO DEL 17 OTTOBRE

a cura della redazione web
 
 
1
La manifestazione antirazzista del 4 ottobre a Roma, promossa da un vasto arco di forze (Socialismo Rivoluzionario, Utopia Rossa, Partito Umanista, Comitato 3 febbraio, Utopia Socialista, Unicobas), a cui come Pdac abbiamo aderito e partecipato in forze, ha avuto una ottima riuscita. Migliaia di lavoratori e giovani, nativi e immigrati, hanno sfilato per ore sotto la pioggia, in un corteo vivace e combattivo come non se ne vedevano da tempo.
 
Il risultato è tanto più importante se si pensa che la manifestazione è stata realizzata con il boicottaggio strisciante della sinistra governista e centrista.
Nelle settimane precedenti, tanto il manifesto come Liberazione hanno dedicato uno spazio irrisorio a una manifestazione a cui, peraltro, lo stesso Prc aveva formalmente aderito. A pochi giorni da una manifestazione organizzata da mesi, Rifondazione, Cgil, Sinistra Critica hanno poi pensato bene di indire -per lo stesso giorno- un'altra manifestazione antirazzista a Caserta, di segno ben differente, sotto il patrocinio delle "autorità" e con un corteo aperto dal sindaco del Pd e dal vescovo.
Nonostante ciò, secondo tutte le agenzie e tutti i giornali, la manifestazione di lotta di Roma è risultata di dimensioni perlomeno doppie rispetto all'altra. Chiaramente non si tratta di fare la gara tra manifestazioni ma di far sapere che Caserta è stata organizzata volutamente in contrapposizione a Roma.
Il manifesto è riuscito, con un capolavoro di disinformazione giornalistica, a rovesciare i fatti, dedicando una pagina a Caserta e un articoletto a fondo pagina al corteo romano. Arrivando persino a elencare come "unici partiti presenti" a Roma tre sigle che, complessivamente, sommati, hanno portato in piazza una ventina di persone: Prc, Pdci, Pcl (abbiamo potuto contarli perché spiccavano subito dietro lo spezzone molto partecipato del Pdac), anche se i rispettivi leader marciavano come sempre a fianco dei taccuini dei giornalisti.
 
Si tratta ora di andare avanti, sviluppando la mobilitazione antirazzista, costruendo localmente strutture di lotta a partire dalle forze che hanno promosso e partecipato al 4 ottobre. Per contrastare la deriva razzista e le aggressioni quotidiane agli immigrati che sono il frutto dei provvedimenti varati prima da Prodi (col sostegno di Ferrero) e ora rilanciati da Berlusconi (impronte per i Rom, aumento delle espulsioni, aggravante di clandestinità nei reati, nuovi Cpt con altro nome, misure contro l'affitto di case agli immigrati).
 
Come Alternativa Comunista continueremo a impiegare tutte le nostre risorse per l'unificazione della lotta su basi di classe tra lavoratori e giovani proletari, nativi e immigrati. Legando strettamente questa lotta all'opposizione alle giunte razziste di Pd e Pdl e al governo razzista, nella prospettiva di un grande sciopero generale unitario per la cacciata di Berlusconi. Il prossimo appuntamento importante di lotta è ora lo sciopero indetto dal sindacalismo di base con la manifestazione nazionale a Roma il 17 ottobre.
 
 

Iscrizione Newsletter

Iscrizione Newsletter

Compila il modulo per iscriverti alla nostra newsletter - I campi contrassegnati da sono obbligatori.


Il campo per collaborare col partito è opzionale

 

Appuntamenti





campagna

tesseramento 2022

 






Il libro sulla lotta in Alitalia

 




 16 giugno zoom nazionale 

 

 


sabato 28 maggio Cremona

 


martedì 17 maggio

 

 


 

Giovedì 28 aprile 

ROMA

 


Giovedì 21 aprile:

zoom nazionale sulla Resistenza

 


 

14 APRILE MILANO

ASSEMBLEA ZOOM

 


LUNEDI' 28 MARZO 

ASSEMBLEA ZOOM

 

 


 mercoledì 23 marzo

 


 

Lega Internazionale dei Lavoratori - Quarta Internazionale

NEWS Progetto Comunista n 113

NEWS Trotskismo Oggi n 19

Ultimi Video

tv del pdac